Vacanze in convento, pace interiore ed esteriore

Provare una vacanza in convento, all'insegna della spiritualità e della meditazione, lontani dal caos e alla ricerca della propria interiorità

vacanze in conventoSe siete alla ricerca di una vacanza alternativa, lontani da stress, traffico, rumori e, soprattutto, se sentite l’esigenza di passare qualche giorno tra il silenzio e la meditazione, non vi resta che orientare la vostra scelta verso luoghi sacri e mistici, come i numerosi conventi che offrono soluzioni di ospitalità.

Le strutture sono solitamente molto spartane e semplici, per questo sono ideali per concentrare il proprio spirito verso la ricerca della propria pace interiore.

Il Monastero di Bose, nel comune di Magnano in provincia di Biella,  ospita turisti gratuitamente, anche se sono accettate offerte libere. Gli ospiti del monastero possono usufruire di tutti i comfort nonché dei pasti che, spesso, sono cucinati dallo stesso padre Enzo Bianchi che sostiene che se non si ha la pancia piena non si prega bene.

Tra Montalcino e Montepulciano, nel bel mezzo delle Crete Senesi, si trova il monastero benedettino di Monte Oliveto Maggiore che offre il soggiorno in agriturismo o la possibilità di pernottare nell’antica foresteria del XIV secolo sulle note dei canti gregoriani dei monaci.

Vera e propria oasi di pace è rappresentata dal Convento di San Francesco del Deserto situato nell’omonima piccola isola della laguna di Venezia. La piccola congregazione di francescani organizza dei soggiorni spirituali.

L’abbazia benedettina di Santa Maria di Farfa, situata nel cuore dell’ancora incontaminata Sabina, in provincia di Rieti, è una vera e propria rarità che custodisce l’architettura carolingia del V secolo. La foresteria interna è riservata agli uomini mentre nella parte esterna si possono ospitare coppie e famiglie.

Poco distante da Parma si trova la Badia di Santa Maria Della Neve a Langhirano. La badia, eretta nel 1471, offre agli ospiti anche la possibilità di provare i prodotti dell’antica spezieria.

Davvero suggestivo è il convento della Verna che si trova a Chiusi della Verna in provincia di Arezzo. I frati francescani minori organizzano un’ottima accoglienza che prevede anche la possibilità di condividere con loro i pasti nel refettorio. C’è inoltre la possibilità di essere ospitati in una delle celle incastonate nella montagna, dove San Francesco ricevette le stigmate.

In Sardegna, l’unico monastero che offre ospitalità è quello di Borutta in provincia di Sassari. Il monastero benedettino San Pietro Di Sorres dispone di 30 stanze tra singole, doppie e triple e le persone che soggiornano in questo luogo sono invitate a partecipare alle attività spirituali della vita quotidiana dei monaci. Il lavoro di restauro di libri antichi è una vera e propria arte che i monaci del monastero sviluppano da tanti anni.

Se siete interessati a vivere con ancor più intensità la vita del monastero, l’abbazia di Nostra Signora del Santissimo Sacramento, situata in località Frattocchie, nel comune di Marino in provincia di Roma, permette di partecipare, oltre alla preghiera con i monaci Circestensi della Stretta Osservanza, anche alle attività manuali, come zappare la terra e coltivare gli orti. Le stanze per i pellegrini sono 11 e si trovano nell’antica proprietà del Cardinale Colonna.

Il convento di Santa Maria Santissima di Gibilmanna a Cefalù offre la possibilità di partecipare a preghiere, meditazioni e pranzi comunitari. I frati francescani ospitano fino a 200 persone chiedendo soltanto un’offerta libera.

La Comunità Monastica di Camaldoli, nel comune aretino di Poppi, in collaborazione con le istituzioni e le associazioni del luogo, organizza momenti di ascolto, di dialogo ma anche di silenzio, sia dentro le mura secolari della struttura che nella foresta.

Si affaccia invece sul Lago di Bolsena, vicino a Viterbo, il seicentesco convento Francescano di Santa Maria del Giglio. Si alloggia nelle ex celle dei frati con arredi minimalisti e riscaldati da semplici stufe elettriche.

Suggestivo il panorama che si può scorgere nel monastero di Santa Croce a Bocca di Magra in provincia di La Spezia. I Carmelitani Scalzi si trovano nel bel mezzo di un parco di macchia mediterranea che si affaccia sul mare.

Riservato ai singoli è il monastero di San Cipriano a Trieste dove le benedettine vi ospiteranno volentieri ma per non più di otto giorni consecutivi.

Infine, molto originale è la proposta del monastero di Santa Maria Del Monte a Bevagna in provincia di Perugia. Nel costo del soggiorno è inclusa anche la consulenza di uno psicologo per offrire un percorso di meditazione e di recupero interiore a 360 gradi.

Pubblica un commento

I PIÙ LETTI

LEGGI ALTRI

Biella

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...